Valkyries – Harmonization and Pre-Standardization of Equipment, Training and Tactical Coordinated procedures for First Aid Vehicles deployment on European multi-victim Disasters  

Il progetto VALKYRIES si propone di sviluppare una metodologia di analisi e monitoraggio delle esigenze di standardizzazione e armonizzazione degli strumenti tecnologici indispensabili al rafforzamento della resilienza alle catastrofi naturali (e non solo) all’interno dell’UE. Nello specifico il progetto si occuperà della tempestiva identificazione dei problemi di concettualizzazione, progettazione, implementazione, diffusione e utilizzo di questi strumenti tecnologici con l’obiettivo di creare degli standard di risposta condivisi da tutti gli Stati Membri.
VALKYRIES svilupperà una metodologia di risposta immediata e coordinata alle emergenze, inclusi il tracciamento e soccorso, attività di garanzia della sicurezza e salute delle persone coinvolte in caso di catastrofi naturali o causate dall’uomo. La sua applicazione avrà un rilievo particolare nei casi in cui siano interessate più regioni o nazioni  e pertanto sia richiesta una maggiore interoperabilità e collaborazione, prestando  particolare attenzione ai flussi di persone e caratteristiche delle vittime coinvolte.

Il progetto VALKYRIES progetterà e svilupperà una piattaforma modulare, interoperabile, scalabile e sicura che consentirà di integrare soluzioni tecnologiche giuridicamente applicabili nei diversi scenari e sistemi. La piattaforma sarà capace di implementare e adattare le risposte in modo dinamico ed efficiente, come richiesto dall’emergenza. Verrà sviluppata una serie di casi studio con una particolare attenzione ai seguenti scenari:

  • Quelli transfrontalieri e intersettoriali BLOS (Beyond Light of Sight);
  • Quelli in cui le normali infrastrutture di comunicazioni siano state danneggiate;
  • Quelli in cui le squadre di esperti dispiegate, dedicate alla gestione dell’emergenza, non abbiano una visione accurata dell’ambiente operativo;

La Scuola Superiore Sant’Anna è responsabile dei risvolti giuridici e etici di questo progetto con particolare attenzione, tra l’altro, alla governance dei dati e allo sviluppo di tecniche basate sull’intelligenza artificiale che siano affidabili.